"Per soffocare in anticipo ogni rivolta, non bisogna essere violenti. I metodi del genere di Hitler sono superati. Basta creare un condizionamento collettivo così potente che l'idea stessa di rivolta non verrà nemmeno più alla mente degli uomini.

L' ideale sarebbe quello di formattare gli individui fin dalla nascita limitando le loro abilità biologiche innate.

In secondo luogo, si continuerebbe il condizionamento riducendo drasticamente l'istruzione, per riportarla ad una forma di inserimento professionale. Un individuo ignorante ha solo un orizzonte di pensiero limitato e più il suo pensiero è limitato a preoccupazioni mediocri, meno può rivoltarsi.

Bisogna fare in modo che l'accesso al sapere diventi sempre più difficile e elitario. Il divario tra il popolo e la scienza, che l'informazione destinata al grande pubblico sia anestetizzata da qualsiasi contenuto sovversivo.

Niente filosofia. Anche in questo caso bisogna usare la persuasione e non la violenza diretta: si diffonderanno massivamente, attraverso la televisione, divertimenti che lusinghino sempre l'emotività o l'istintivo. Affronteremo gli spiriti con ciò che è futile e giocoso. È cosa buona, con chiacchiere e musica incessante, l'impedire lo spirito di pensare.

Metteremo la sessualità al primo posto degli interessi umani. Come tranquillante sociale, non c'è niente di meglio.

In generale si farà in modo di bandire la serietà dell'esistenza, di ridicolizzare tutto ciò che ha un valore elevato, di mantenere una costante apologia della leggerezza; in modo che l'euforia della pubblicità diventi lo standard della felicità umana E il modello della libertà.

Il condizionamento produrrà così da sé tale integrazione, che l'unica paura – che dovrà essere mantenuta – sarà quella di essere esclusi dal sistema e quindi di non poter più accedere alle condizioni necessarie alla felicità.

L' uomo di massa, così prodotto, deve essere trattato come quello che è: un vitello, e deve essere monitorato come deve esserlo un gregge.

Tutto ciò che permette di far addormentare la sua lucidità è un bene sociale; tutto ciò rischia di causare il suo risveglio deve essere ridicolizzato, soffocato, combattuto.

Ogni dottrina che mette in discussione il sistema deve prima essere designata come sovversiva e terrorista e coloro che la sostengono dovranno poi essere trattati come tali."

Günther Anders «L'uomo è antiquato» (1956).







Il Babau è nel folklore italiano e di altre regioni europee, un mostro immaginario dalle caratteristiche non ben definite che viene tradizionalmente evocato per spaventare i bambini ("se non la smetti chiamo il Babau!").

"a) si dichiara emergenza globale un contagio la cui letalità è assolutamente in linea con le influenze stagionali. Si gonfiano ovunque i numeri dei decessi conteggiando i morti per qualsiasi altra motivazione, dall'infarto al tumore, come morti per covid19." Stefano Re

"b) si diffonde un terrore immotivato tramite i media facendo leva su reali ma ISOLATI picchi di mortalità avvenuti SOLO IN SPECIFICHE AREE - picchi di letalità a tutt'oggi non spiegati, che sembrano sempre di più vere e proprie STRAGI. A questi decessi viene dato risalto con sceneggiate grottesche. 30 camion dell'esercito in pubblica processione per trasportare 60 bare? In tutta la Lombardia non c'erano 10 normalissimi furgoni disponibili, vero?" Stefano Re

Incompetenza o dolo?

ma diciamolo pure : "Per l’intero periodo della fase emergenziale non si dovrebbe procedere all’esecuzione di autopsie o riscontri diagnostici nei casi conclamati di COVID-19, sia se deceduti in corso di ricovero presso un reparto ospedaliero sia se deceduti presso il proprio domicilio."

link al Documento del Ministero della Salute

bi) hanno imposto protocolli di cura sbagliati e proibito le autopsie; perchè?



hanno voluto i morti (direttive e protocolli sbagliati, autopsie negate, cure efficaci ignorate), hanno gonfiato i dati, per terrorizzare la gente e portare avanti la loro agenda di sta ceppa; ritardati mentali, terroristi, bugiardi e assassini; #sietedeifascistiesietedellemerde



"c) si implementano misure restrittive dei diritti e delle libertà fondamentali usando strumenti legislativi inadeguati, illeciti, anticostituzionali. Ad oggi task force di gente eletta da nessuno, nominata da persone elette da nessuno, decide in modo totalmente illegittimo la sospensione dei diritti costituzionali che potrebbero essere derogati SOLO da leggi ordinarie votate in Parlamento." Stefano Re

speak the truth, even if your voice shakes;



"d) si diffonde l'idea degna di un mentecatto che tali restrizioni avrebbero "contenuto il contagio" quando il contagio era in corso da CINQUE MESI PRIMA. Le famose restrizioni capaci di fermare i contagi retroattivamente (per chi non sapesse l'italiano: all'indietro nel tempo)." Stefano Re

"e) si utilizzano queste medesime norme illecite e anticostituzionali per vietare agli stessi cittadini di protestare: censura nella diffusione di informazioni, sanzioni quando non manganellate a chi le infrange, divieti di assembramento." Stefano Re



f) Dopo esser stata criticata per un mese circa (Siete senza cuore!), la Svezia si prende sua rivincita. Il NYtimes le dedica un lungo reportage a pagina 5 in cui racconta come, numeri alla mano, gli svedesi sono quelli che hanno avuto ragione in Europa: hanno minimizzato i contagi, senza mettere in difficoltà il proprio popolo. Se pensate che quel modello funziona perché gli svedesi sono pochi, vi sbagliate. E infatti il New York Times non accenna a questa cosa, Stoccolma ha il doppio della densità di Roma (5200ab/km2) e grande vitalità nelle sue strade. Il punto è un altro, dice il New York Times, forse (ripetiamolo forse) sta nel senso di responsabilità dei suoi cittadini ( c'è da sempre un po' di pregiudizio positivo sui popoli nordici). Stoccolma non ha chiuso neanche i cinema, ma ha evitato solo i grandi assembramenti di oltre 50 persone, ha chiuso i musei, e cancellato gli eventi sportivi. Non ha chiuso i ristoranti, né barbieri, né le scuole, né palestre, né i confini. Gli svedesi hanno continuato a vivere normalmente. Sono state dettate regole per il distanziamento sociale, che sono spesso dei suggerimenti. Come notano i giornalisti Thomas Erdbrink e Christina Anderson, i poliziotti non possono obbligarti, ma solo chiedere.

g) Convenzione sui Diritti dell'Uomo e la biomedicina, Oviedo, 4 aprile 1997

Articolo 2 – Primato dell’essere umano
L’interesse e il bene dell’essere umano debbono prevalere sul solo interesse della società o della scienza

Articolo 5 – Regola generale
Un intervento nel campo della salute non può essere effettuato se non dopo che la persona interessata abbia dato consenso libero e informato. Questa persona riceve innanzitutto una informazione adeguata sullo scopo e sulla natura dell’intervento e sulle sue conseguenze e i suoi rischi.La persona interessata può, in qualsiasi momento, liberamente ritirare il proprio consenso;

h) Lazio, Codici : "Incostituzionale, irragionevole e scientificamente infondata. È la delibera con cui la Regione Lazio rende obbligatoria la vaccinazione antinfluenzale per tutti i cittadini over 65 anni e tutto il personale sanitario. Un’iniziativa che l’associazione Codici giudica gravissima e per questo chiede al Presidente Nicola Zingaretti di revocarla."

"i) Ma il vaccino è gratis, è gratis, è gratis, è gratis!" Beh, quasi. Quei 143 milioni di euro, per cominciare. Quanti posti letto ci facevamo? Quanti pazienti malati curavamo con il plasma, che sta funzionando al 100%? Ma no, molto meglio spenderli per ottenere un nuovo intruglio da iniettare a persone SANE, perché esser sani è troppo pericoloso" Stefano Re









Le rivoluzioni, le rivolte violente, sono sempre state preparate a tavolino con scopi ben precisi ed in nessun caso lo scopo di una rivolta o rivoluzione si è poi rivelato quello di migliorare le condizioni dei poveri o fare giustizia; Ordo ab Chao, «L’ordine si ottiene creando il caos»; problema, reazione, soluzione;



(
~midiPad = Pbind( 

    \type, \midi,
    \midicmd, \noteOn,
    \midiout, w,
    \chan, 1,
    \scale,Scale.minor,
    \midinote, Prand([m[\cs3],m[\fs3],m[\gs3],m[\ds3],m[\as3],m[\cs4],m[\fs4],m[\gs4],m[\ds4],m[\as4]], inf) ,     
    \dur, Prand([0.3,0.4,0.5,3,0.1],inf),
    \legato, 0.3
)
)


quando il segnale della Propaganda Spettacolare è stato prima decodificato e poi rimosso, il velo della Menzogna cade e le cose appaiono, anzi sono quello che sono;




(
~midiPad = Pbind( 

    \type, \midi,
    \midicmd, \noteOn,
    \midiout, w,
    \chan, 1,
    \scale,Scale.minor,
    \midinote, Pseq([m[\c4],m[\f4],m[\gs4]],inf),     
    \dur, 20,
    \legato, 0.4
)
)

la Patch del suono è stata creata con Helm;




Come sta accadendo ora, addirittura alcuni Scienziati vengono silenziati per legge con il bavaglio e le sanzioni perché portatori di tesi scientifiche differenti da quelle dominanti. Stiamo paradossalmente assistendo molto spesso al trionfo di una scienza che procede con violenza, occupa il posto vacante della religione e si trasfigura essa stessa in una nuova religione, con i suoi sacerdoti, i suoi riti e la sua Santa Inquisizione.

(
~midiPad = Pbind( 

    \type, \midi,
    \midicmd, \noteOn, 
    \midiout, w,
    \chan, 1, 
    \scale,Scale.minor,
    \midinote, Pseq([m[\f2],m[\ds2],m[\c2]],inf),     
    \octave, 2,
    \dur, 8,
    \legato, 0.4
)
)
(
~midiPad = Pbind( 

    \type, \midi,
    \midicmd, \noteOn, 
    \midiout, w,
    \chan, 1, 
    \scale,Scale.minor,
    \midinote, Pseq([m[\a2],m[\as2],m[\c3]],inf),     
    \octave, 2,
    \dur, 4,
    \legato, 0.4
)
)

il suono lho creato con Helm, questa è la Patch :





Subscalia - Veleno Angeli Demoni

"Subscalia nasce così, con questo pezzo, concepito tempo fa sulla base dalle vicende dei Diavoli della Bassa e partorito quando, finalmente, è stato reso pubblico il caso Bibbiano che ha scoperchiato un vaso di Pandora a cui non si può restare indifferenti.

Lo volevo fare e l'ho fatto. Ne valeva la pena credo. Un atto simbolico che sicuramente non servirà a nulla ma che rimarrà li a disturbare qualcuno.

E nemmeno servirà a farmi fare soldi e successo speculando sui bambini come già qualche piccola mente subdola sta pensando senza sapere un cazzo.

Cuffie e buon ascolto" Andrea Mase Maseroli

Segui Subscalia su:

https://www.instagram.com/sub_scalia/
https://twitter.com/subscalia
https://open.spotify.com/artist/7iHLGVj5G9hmgeu8SypVsl?si=0_pO0b8sShuZlnTHt6jXFw



"Da quanti giorni siamo chiusi in casa? Cosa ci passa davvero per la testa? Nel Capitolo 20, finalmente, diamo i numeri!"

Testo e voce: Angelo La Pietra
Suoni: Emanuele Errante
Immagini: Angelo La Pietra, Emanuele Errante, Mawel Iuliano, Simona Lonardo, Simona Curcio, Carla Iorio, Tania Bernile, Daniele Bonavita, Chiara Rigione
Montaggio: Chiara Rigione






Articolo 21

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Articolo 32

Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

"La società aperta è aperta a più valori, a più visioni del mondo filosofiche e a più fedi religiose, ad una molteplicità di proposte per la soluzione di problemi concreti e alla maggior quantità di critica. La società aperta è aperta al maggior numero possibile di idee e ideali differenti, e magari contrastanti. Ma, pena la sua autodissoluzione, non di tutti: la società aperta è chiusa solo agli intolleranti." Popper

"Sentivo che era questo il vero atteggiamento scientifico. Era completamente differente dall'atteggiamento dogmatico, che continuamente affermava di trovare "verificazioni" delle sue teorie preferite. Giunsi alla conclusione che l'atteggiamento scientifico era l'atteggiamento critico, che non andava in cerca di verificazioni, bensì di controlli cruciali; controlli che avrebbero potuto confutare la teoria messa alla prova, pur non potendola mai confermare definitivamente." Popper

"Se lo scientismo è qualcosa, esso è la fede cieca e dogmatica nella scienza. Ma questa fede cieca nella scienza è estranea allo scienziato autentico. [...] Non si può designare nessuno dei grandi scienziati come scientista. Tutti i grandi scienziati furono critici nei confronti della scienza. Furono ben consapevoli di quanto poco noi conosciamo." Popper





Nonostante la dubbia efficiacia di questa quarantena, gli italiani imboccati dai media continuano con orgoglio a barricarsi in casa impauriti, chiedendo pene severissime per i disertori ai politici, gli stessi politici che, tagliando fondi alla sanitá per decenni, li hanno chiusi in questa gabbia.
- CHI CI GUADAGNA DAL CORONAVIRUS? TUTTI I NOMI DI CHI MAGNA ALLE VOSTRE SPALLE
1. I primi a godere di questa situazione sono le organizzazioni finanziarie che non aspettono l'altro che l'Italia veda la sua economia crollare per prestarle soldi a interessi altissimi e acquistarla pezzo per pezzo privatizzandone i servizi
2. Chi é al potere e utilizzerá la paura delle persone e la loro richiesta di maggiore tutela per applicare leggi sempre piú repressive e di controllo
3. Gli stessi media, che sono gli ultimi a desiderare una situazione di serenitá priva di virus o altri allarmi da lanciare e sfruttare periodicamente garantendosi share e visibilitá
- CHI É IL VERO RESPONSABILE DELLA DIFFUSIONE DEL VIRUS?
I media ci dicono che se c'é la quarantena la colpa é dei cattivi cittadini che si sono fatti troppi aperitivi. Ma non scordano qualcuno? Loro stessi sono i principali fomentatori del panico che ha causato la congestione del sistema sanitario e dietro di loro I politici che negli scorsi 20 anni hanno affossato il nostro sistema sanitario e oggi ci propongono un'isolamento a loro tanto conveniente quanto certamente economicamente nocivo e invece dai dubbi esiti positivi
- IN CHIUSURA L'ANGOLO DELLE SOLUZIONI: COME AFFRONTARE QUESTA E LE PROSSIME CRISI MONDIALI
Soluzione 1. Abbassare il livello di paura che porta la massa a prendere decisioni ottuse, primitive e facilmente controllabili Soluzione 2. Rifiutare le continue guerre tra poveri che propongono I media (#iorestoacasa VS #ioesco, italiani VS immigrati, ecc) a favore della cooperazione dal basso
Soluzione 3. Ignorare gli argomenti (perlopiú allarmistici) proposti di continuo dai media, contribuendo ognuno con le proprie energie alla crescita collettiva del sistema (sanitario, economico, sociale, ecc) anziché chiuderci impauriti ognuno nel proprio orticello

EDIZIONE STRAORDINARIA DI TG QUARANTENA – L'UNICO TG ONESTO:

- GLI ITALIANI VINCONO IL TITOLO DI "SUDDITI DELL'ANNO": LI BARRICHI IN CASA E LORO RINGRAZIANO





a parte la crisi sanitaria evidente, anche negli scorsi anni, dovuta a decenni di politiche neoliberiste votate dai soliti arroganti, e a parte l'atteggiamento di alcune persone che, in preda alla paura e al panico (indotto dai media), chiedono a gran voce, ulteriori smantellamenti dello Stato di Diritto (che si spera siano relativi solo a questo Stato di Eccezione), come il ritorno al fascismo e l'uso dell'esercito e dei mitra per risolvere la situazione; la cosa più aberrante di questa vicenda, è, a mio parere, l'impossibilità di poter anche solo "iniziare" qualsiasi tipo di ragionamento che in qualche modo si discosti dalla narrazione imposta e comunemente accettata, a meno che non si voglia essere aggrediti verbalmente con violenza o in altri casi denunciati; a prescindere dalla questione sanitario-epidemiologica, il punto è l'introduzione dello psicoreato, il reato di opinione; allora ho immaginato.. e se i Panda fossero come pensieri? il pensiero in Quarantena permanente;

"Il tentativo è quello di convincere l’opinione pubblica, sapientemente manipolata da un clima di isteria, ad accettare l'introduzione del reato di opinione: una forma di psicoreato orwelliano secondo cui verrebbe punita non più l’azione ma la libertà di espressione e ancora prima di pensiero. Non si potrà più pensare male: i propri pensieri e le proprie emozioni dovranno allinearsi al pensiero comune, globale, globalizzato. Sarà semplicemente vietato pensare fuori dal coro: la mente di tutti noi sarà definitivamente sotto controllo. Apparentemente, per una buona causa." (Enrica Perucchietti)

mi chiedo, quando ci sarà l'introduzione del reato di ironia?





Viene finalmente svelato l’intento oscuro della battaglia contro le Fake News: reprimere il dissenso e censurare l’informazione alternativa, impedendo alle persone non solo di esprimersi, ma persino di pensare. Si sta cercando di introdurre il reato d'opinione e di censurare l'informazione indipendente. La battaglia contro le Fake News intende reprimere il dissenso per introdurre lo psicoreato; chi ha diffuso, però, in passato, Fake News per creare casus belli e fare le guerre e chi diffonde ora, come un untore, false notizie per contagiare la massa con il virus della paura e del panico?





affermare che non si è interessati al diritto alla privacy perché non si ha nulla da nascondere è come dire che non si è interessati alla libertà di parola perché non si ha nulla da dire.

e cosi, chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza.


Mear One è un artista americano di base a Los Angeles, noto per la sua street art spesso politica.

https://mearone.com/

L'arte libera decodifica la falsa narrazione della realtà che ci viene imposta dall'alto quotidianamente e incessantemente dal Mainstream, libera il vero dai cento veli della menzogna mediatica e ci mostra nuove possibiltà; questo è amore: volare verso un cielo segreto, far cadere questi cento veli in ogni momento.






"non facciamo altro che darvi notizie disastrose e angosciose; per ogni cosa brutta che vi raccontiamo, nel Mondo ne accadono almeno 1000, bellissime, e nessuno ve lo dice;"




"MainStream nostro che sei in TV,
siano santificate le tue Versioni Ufficiali,
venga la tua definizione di Vero,
sia fatta la volontà del CICAP,
come in Tv, così in Rete,
che i cerbiatti possano continuare a creare fantastici cerchi nel grano cercando di copulare,
dona al tuo profeta Piero Angela,
pace, benedizioni e nuove e bianche dentiere con cui diffondere il verbo,
fa che Burioni e Mentana possano continuare
a scorreggiare in Tv impunemente,
dacci oggi la nostra Versione Ufficiale quotidiana,
e la paghetta per il nostro prezzolatismo,
facci sentire intelligentoni mentre leggiamo Wired,
e fa che il mago Oronzo possa ungerci la maglietta del CICAP, con la sola imposizione delle mani,
che Mazzucco non ci induca a dubitare,
donaci un nuovo libro di Attivissimo da imparare a memoria e ripetere,
e nuovi studi LaScientificih finanziati dalle
multinazionali per far scrivere i post a MedBunker,
vengano nuove canzoni di Gabbani
e Caparezza da canticchiare,
allontana da noi ogni traccia di pensiero critico,
rendici incapaci di immaginare,
e liberaci dalle Fake News,
CICAP"






"Sfruttiamo la manodopera, schiavizzando i lavoratori, sintetizziamo e diffondiamo sostanze chimiche pericolose per la salute nell'ambiente, sfruttiamo e torturiamo mostruosamente e somministriamo ormoni agli animali in allevamenti inquinati e infestati, che voi gogliardamente mangiate; creaiamo pubblicità per manipolare la mente dei vostri bambini creando eserciti di piccoli consumatori; diffondiamo pubblità occulte e inoculiamo marchi nella società, brevettiamo batteri geneticamente modificati, brevettiamo esseri viventi, semi usa e getta; facciamo pressione sui governi di tutto il mondo per accellerare ogni processo di privatizzazione dei beni pubblici; privatizziamo l'acqua e i servizi idrici pubblici di intere nazioni; siamo colluse con regimi dittatoriali, siamo il nuovo potere, la nuova Dittatura NeoLiberista, siamo la spina dorsale del Nuovo Ordine Modiale"

«La domanda che spunta periodicamente è: "Fino a che punto la corporation può essere considerata psicopatica?". Se vediamo una corporation come persona giuridica, non dovrebbe essere tanto difficile mettere in parallelo la psicopatia dell'individuo con la psicopatia della corporation. Potremmo esaminare le caratteristiche di questo specifico disturbo una ad una, applicate alle corporation... Ne avrebbe tutte le caratteristiche. E infatti, sotto molti aspetti, la corporation risponde al prototipo dello psicopatico.»




"siamo confusi, in balia dei nostri istinti e dei nostri appetiti amplificati, delle nostre dipendenze e assuefazioni, e non abbiamo assolutamente voglia di lavorare su noi stessi per cercare di liberarci da queste dipendeze patologiche; siamo convinti che tutto quello che facciamo, è sano e giusto, lo facciamo perchè l'essere umano è cosi; se un ragazzo/a si masturba 8 volte al giorno sui siti porno, anche se gli vengono i tremori alle mani quando non lo fa, non lo fa perchè ha una dipendenza patologica e cerca una soluzione dove non la troverà mai, come un alcolizzato, che può magari cercala nell'alcol, non c'è niente di strano, ha bisogno di masturbarsi 8 volte al giorno sui siti porno, e pensare di scopare con ragazze/i diverse ogni giorno, quindi è un polimasturbatore pornoamoroso; dobbiamo far capire a tutti che questa è una caratteristica distintiva di ogni essere umano; abbiamo fondato il movimento dei polimasturbatori pornoamorosi; vogliamo quindi trasformare la società e riportare tutti gli esseri umani alla loro condizione naturale, quella di polimasturbatori pornoamorosi;"






Malena Ernman, madre di Greta Thunberg;

"Vi facciamo la morale sull'ambiente, poi compriamo sghignazzando e canticchiando pizze imbustate nella plastica, circondati da servi monocolisti; i nostri soldi e il nostro monocolismo, ci portano ovunque in cima al mondo, i nostri figli diventano Attori, Star e Premi Nobel, predichiamo bene e razzoliamo male, siamo i Preti dello Spettacolo; i nostri palchi, le nostre famiglie consumano e sprecano energia più di intere città, siamo milionari con i gatti in testa, il cerone e la luce in faccia e finti sorrisi di plastica per tutti; è la nostra paresi facciale, quella delle nostre anime; siamo l'apologia del narcisismo patologico; devastiamo l'ambiente con i nostri Beach Parties, mentre ci spacciamo per Guru Globalisti, schiavizzando e pagando coloro che lavorano per noi con panini, promuovendo dai nostri palchi, tra una scorreggia e l'altra, la lobotomizzazione alcolica, i prodotti e le merci delle multinazionali e leggi sempre più liberticide; trasformiamo i nostri fan in Repeater Bots pronti a tutto per i loro idoli; siamo i paladini del NeoLiberismo e del LaScienzah e diventeremo presto Presidenti degli Stati Uniti;"




"Greta è una vera eroina, chi critica Greta e il gretinismo è un nano, viva il clima!!1, le scie chimiche, gomblottohh!11!, non esistono, solo i Russi usano scie chimiche, crediamo nella Versione Ufficiale dell'11 settembre, vai sul sito di Attivissimo, il cancro si cura con la chemio non puoi curarti con l'acqua minerale, il morbillo ci estinguerà, i no vax/free fax sono stupidi, bisogna internarli, togliamo loro i figli, i vegani uccidono i loro bambini con la dieta vegana, la carne fa bene, un bicchiere di vino a pasto ti cura la prostataaaah!1!1 esistono gli esperti! sei forse laureato in Medicinahh?!! che laurea hai?! sei un Terrapiattistah!1! Complottistah!!1 Paranoicoooh!!, lo dice Piero Angelaaah!11! lho sentito in televisioneh!!1 il CICAP dice che Ha Stato gli Hacker Russi!!1!"

Un Repeater Bot è un Bot Umano teleprogrammato dal Sistema che reagisce a parole chiave con mantra convenzionalisti seguiti da una serie interminabile di punti esclamativi. Punti di vista esclamativi programmati e impiantati dal Mainstream nella testa vuota di amebe umane incapacitate a immaginare e a ragionare su qualsiasi argomento, da cocktail alcolici e da ore e ore di contemplazione passiva dello Spettacolo, quindi incapaci di decodificare l'esistente;

ridicolo è insinuare che le persone che cercano di capire quando un fenomeno è spontaneo o eterodiretto o che cercano di decodificare un evento, di capire cosa c'è dietro una Versione Ufficiale che fa acqua da tutte le parti, o cosa c'è dietro una palese messainscena, siano paranoiche e/o stupide;






"Ho fatto la volontaria all'ospedale al-Addan con altre dodici donne. Io ero la volontaria più giovane. Le altre donne avevano tra i venti e i trent'anni. Mentre ero lì ho visto i soldati iracheni entrare armati nell'ospedale. Hanno tirato fuori i bambini dalle incubatrici, preso le incubatrici e lasciato i bambini a morire sul pavimento. È stato orribile"

Sarà, infine, il giornalista John MacArthur del New York Times a svelare, nel gennaio 1992, la vera identità di Nayirah: non era una profuga kuwaitiana, bensì la figlia dell'ambasciatore saudita negli Stati Uniti, Saud Nasir al-Sabah. Tutta la sua testimonianza, la sua recitazione, il suo inglese ritoccato con piccoli errori e marcato accento mediorientale, tutta la messinscena era stata studiata da una agenzia pubblicitaria. Una guerra era stata venduta al pubblico sfruttando le leggi del marketing.






di Muscha (Germania Ovest, 1984)

“Decoder” è uno di quei film di culto destinati a una cerchia ristretta di fan. Un prodotto underground partorito nel 1984 da un collettivo di artisti stanziati tra Berlino e Amburgo, nel pieno fermento di una rivoluzione cyberpunk che stava prendendo piede in alcuni ambienti impregnati di controcultura sovversiva. L’opera, concepita dal guru Klaus Maeck, ha un appeal unico e difficilmente riscontrabile in altre pellicole del periodo: luci blu, verdi e rosse colorano la notte della metropoli, sezionata da questi bagliori psichedelici che ci barricano all’interno di luoghi claustrofobici, irreali, permeati da un mood oscuro e misterioso. Qualcuno in un fast-food sta utilizzando delle onde sonore (chiamate Muzak) per controllare la mente delle persone e per manipolare le loro azioni (eloquente la citazione di “Metropolis” del 1927, imperniato sulle divisioni classiste in un futuro distopico). Ma i ribelli intendono decodificare questi messaggi subliminali, creando un antiMuzak che una volta messo in circolo dà il via al ribaltamento del sistema.
“L’informazione è come una banca. Il nostro compito, il vostro compito è rapinarla”, queste le parole profetiche di Genesis P. Orridge (pioniere dell’industrial con i Throbbing Gristle e poi ancora padrino delle acide sperimentazioni con gli Psychic TV), qui tra gli attori insieme a William S. Burroughs, Christiane Felscherinow (la celebre tossica dello zoo di Berlino), FM Einheit (Einstürzende Neubauten) e altri personaggi che gravitavano all’interno della scena del periodo. Energie e sensazioni che si ripercuotono anche sulla colonna sonora, spesso incentrata sul rumorismo radicale (“Three Orange Kisses From Kazan” dei The The è un pezzo tribale allucinato, ma c’è anche spazio per le melodie new wave di “Seedy Films” dei Soft Cell). “Decoder” è videoarte che utilizza suoni e immagini per concettualizzare il cambiamento, inteso come un nuovo linguaggio magnetico e informatico di totale avanguardia, non a caso Berlino ovest era da anni la culla della sperimentazione.
L’esperienza visiva di questa pellicola sopperisce alla mancanza di un punto di riferimento costante, perché se cercate un qualsiasi abbozzo di narrazione “Decoder” non ha nessun intento di raccontare, semmai di decostruire. Klaus Maeck, Jürgen Muschalek (aka Muscha) e soci imperniano il film sul caos, sul disordine magico e sul simbolismo (la rana incarna la metamorfosi, la trasformazione), elementi chiave che contrastano quella verità detenuta nelle mani di pochi individui. Sicuramente il fascino di questa pellicola risiede proprio nella sua peculiare attinenza a un fenomeno culturale underground poi fagocitato dalla moda e dalla patina delle nuove derive cyberpunk commerciali. Qui invece, in completa libertà low-budget, assistiamo a un trattato socio-politico più attuale che mai. Un passaggio obbligato per i cultori del genere, Muzak is more than music.




"i miei fedeli algoritmi ripuliscono la Rete dalla feccia complottista e da ogni tipologia di dissidente! vendo i vostri dati privati alle multinazionali, guardo le vostre foto private e intime e mi ci spugnetto sopra; blacklisto utenti scomodi per il pensiero unico, nerfizzo chi non si allinea e non china la testa, sono un'arma potentissima per la Propaganda del Nuovo Ordine Mondiale;"

O difendiamo il diritto alla libertà di espressione per idee che detestiamo, oppure ammettiamo, se siamo onesti e non cerchiamo scappatoie, di essere d'accordo con le dottrine di Goebbels e di Zdanov. Anch'essi difendevano volentieri il diritto d'espressione per le idee che andavano loro a genio.




"è colpa della JBS, della Coca Cola, della Cargill, della Monsanto, della GSK, di McDonald's e di tutte le altre mostruose multinazionali che pensano prima al profitto e poi all'ambiente e alla vita; è colpa delle bombe all'uranio impoverito sganciate dal monocolismo americano in giro per il mondo, con il pretesto dell'auto attentato dell'11 settembre, è colpa della geoingegneria e degli homogenitus cirrus, ed è colpa del sistema neoliberista che vogliono i progressisti monocolisti;"